Studi di settore
studi di settore e parametri contabili
Sito specializzato negli studi di settore e parametri contabili

ACCERTAMENTI IN BASE AI PARAMETRI:
LE SINTESI DELLA GIURISPRUDENZA IN MATERIA

PARAMETRI: L’APPLICAZIONE NON PUÒ PRESCINDERE DI CONSIDERARE LE PECULIARITÀ DELL’ATTIVITÀ IN CONCRETO SVOLTA

CTP di Verbania - Sez. I - Sentenza n. 10 del 07/03/2001
Presidente: Simone A., Relatore: Pinolini A.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3758)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Esercizio dell’attività accertata in area in stato di sottosviluppo socio-economico - Non considerazione da parte dell’Ufficio delle peculiarità dell’attività in concreto svolta - Conseguenze - Illegittimità

 

I PARAMETRI NON BASTANO. UN’ATTIVITÀ È CHIARAMENTE INFLUENZATA DA MOLTEPLICI FATTORI

CTP di Salerno - Sez. III - Sentenza n. 32 del 15/03/2001
Presidente: Addesso E., Relatore: Molinaro B.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3760)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - I parametri da soli non bastano a fondare una prova presuntiva ex artt. 2729 c.c.

 

L’ACCERTAMENTO MEDIANTE I PARAMETRI CONTABILI È PIENAMENTE LEGITTIMO MA LE GIUSTIFICAZIONI CONSENTONO LA RIDUZIONE DEL QUANTUM ACCERTATO

CTP di Salerno - Sez. XII - Sentenza n. 32 del 23/03/2001
Presidente: Ceccarelli L., Relatore: Apolito M.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3761)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamenti fondati sui parametri - Legittimità - Analisi situazione dell’azienda - Licenziamento di alcuni dipendenti - Conseguenze - Riduzione del quantum accertato

 

ACCERTAMENTO IN BASE AI PARAMETRI: ILLEGITTIMO SE NON CONSIDERA LE PECULIARI CONDIZIONI DI MERCATO IN CUI IL CONTRIBUENTE OPERA E LA SPECIFICA STRUTTURA DELL’IMPRESA

CTP di Salerno - Sez. X - Sentenza n. 67 del 24/04/2001
Presidente: Di Luccia G., Relatore: Battista V.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3762)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Illegittimo se non considera le peculiari condizioni di mercato in cui il contribuente opera e la specifica struttura dell’impresa

 

PARAMETRI: L’UFFICIO DEVE VALUTARE LA LORO ADATTABILITÀ E CONGRUITÀ CON RIFERIMENTO ALLA SPECIFICA SITUAZIONE DEL CONTRIBUENTE

CTP di Torino - Sez. II - Sentenza n. 32 del 31/05/2001
Presidente: Strazzuso G., Relatore: Nicodano M.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3764)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - L’ufficio deve valutare la loro adattabilità e congruità con riferimento alla specifica situazione esaminata

 

I PARAMETRI DETERMINANO UN REDDITO MEDIO, CONGRUO RISPETTO AL SETTORE DI APPARTENENZA, MA COME TALE NON EFFETTIVO

CTP di Torino - Sez. XIX - Sentenza n. 46 del 19/06/2001
Presidente: Mastropietro E., Relatore: Arnone D.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3766)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM
27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento fondato solamente sui parametri è carente di motivazione - I parametri determinano un reddito medio ma come tale non effettivo

 

IL D.P.C.M. 29/01/1996 PER L’ELABORAZIONE DEI PARAMETRI VA DISAPPLICATO IN QUANTO APPROVATO IN VIOLAZIONE DELL’ART. 17 DELLA L. 400/88 PER MANCATA RICHIESTA DEL PARERE OBBLIGATORIO DEL CONSIGLIO DI STATO

CTP di Torino - Sez. XII - Sentenza n. 26 del 25/06/2001
Presidente: Burdino G., Relatore: Cipolla F.
(in “Finanza & Fisco” n. 29/2001, pag. 3770)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM
29/01/1996 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della
L 23/08/1988, n. 400 - Conseguenze - Disapplicazione dei parametri - Nullità dell’accertamento presuntivo

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: L’ETA AVANZATA DEL CONTRIBUENTE RENDE GIUSTIFICABILE LO SCARTO TRA IL DICHIARATO E L’ACCERTATO PRESUNTIVAMENTE

CTP di Rovigo - Sez. I - Sentenza n. 219 del 16/11/2001
Presidente: Cavaliere F., Relatore: Puxeddu S.
(in “Finanza & Fisco” n. 48/2001, pag. 5755)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Diminuita capacità lavorativa a causa dell’età - Causa per giustificare la non congruità in base ai parametri - Sussistenza

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: IL D.P.C.M. 29/01/1996 PER L’ELABORAZIONE DEI PARAMETRI VA DISAPPLICATO IN QUANTO APPROVATO IN VIOLAZIONE DELL’ART. 17 DELLA L. 400/88

CTP di Firenze - Sez. X - Sentenza n. 126 del 26/11/2001
Presidente: Sarri A., Relatore: Sarri A.
(in “Finanza & Fisco” n. 6/2002, pag. 842)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM
29/01/1996 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della L 23/08/1988, n. 400 - Conseguenze - Disapplicazione dei parametri - Nullità dell’accertamento presuntivo

 

IL D.P.C.M. 29/01/1996 PER L’ELABORAZIONE DEI PARAMETRI VA DISAPPLICATO IN QUANTO APPROVATO IN VIOLAZIONE DELL’ART. 17 DELLA L. 400/88 PER MANCATA RICHIESTA DEL PARERE OBBLIGATORIO DEL CONSIGLIO DI STATO

CTP di Roma - Sez. XXIV - Sentenza n. 433 del 20/11/2002
Presidente: Apice U., Relatore: Quartulli R.
(in “Finanza & Fisco” n. 7/2003, pag. 858)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM 29/01/1996 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della L 23/08/1988, n. 400 - Conseguenze - Disapplicazione dei parametri - Nullità dell’accertamento presuntivo

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI LAVORO DIPENDENTE E LO SFASAMENTO TEMPORALE DELLA RILEVANZA REDDITUALE DEGLI INCASSI GIUSTIFICANO IL MANCATO ADEGUAMENTO

CTP di Udine - Sez. II - Sentenza n. 12 del 09/03/2005
Presidente: Carnelutti D., Relatore: Folegotto S.
(in “Finanza & Fisco” n. 10/2006, pag. 766)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Risultanze dell’applicazione dei parametri - Risultato (maggiore reddito stimato) - Natura - Presunzione grave, precisa e concordante - Presunzionecontro la quale il contribuente può produrre argomentazioni e prove contrarie per giustificare il reddito dichiarato - Prova da parte del contribuente del contemporaneo svolgimento di attività professionale e di attività di lavoro dipendente - Prova dell’incasso in anni successivi di compensi rilevanti ai fini del reddito in base al “criterio di cassa” - Prova dell’aumento dei compensi negli anni successivi a seguito dell’abbandono dell’attività di lavoro dipendente - Prova dell’utilizzo dei beni strumentali obsoleti e di basso valore - Conseguenze - Annullamento dell’avviso di accertamento

 

ACCERTAMENTO IN BASE AI PARAMETRI: LE RISULTANZE DELLO STUDIO DI SETTORE POSSONO ESSERE FATTE VALERE PER RIDURRE LA PRETESA FISCALE

CTP di Savona - Sez. VI - Sentenza n. 104 del 27/07/2005
Presidente: Buccoliero G., Relatore: Lomazzo G.
(in “Finanza & Fisco” n. 13/2006, pag. 971)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Utilizzo degli studi di settore - Estensione retroattiva delle risultanze favorevoli al contribuente - Possibilità

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: RILEVANTE IL GIUDIZIO DI “CONGRUITÀ” EFFETTUATO SULLA SCORTA DEGLI STUDI DI SETTORE PER GIUSTIFICARE LO SCOSTAMENTO TRA I RICAVI DICHIARATI E QUELLI PRESUNTI

CTP di Mantova - Sez. I - Sentenza n. 81 dell’11/08/2005
Presidente: Zaniboni P., Relatore: De Biase C.
(in “Finanza & Fisco” n. 37/2005, pag. 3220)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Utilizzo degli studi di settore - Estensione retroattiva delle risultanze favorevoli al contribuente - Legittimità

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: ILLEGITTIMO IN MANCANZA DELLA PRESENZA DI ALTRI ELEMENTI, ANCHE SE INDIZIARI A CONFORTO

CTP di Macerata - Sez. III - Sentenza n. 95 del 19/09/2005
Presidente: De Sanctis E., Relatore: De Sanctis E.
(in “Finanza & Fisco” n. 37/2005, pag. 3222)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Analisi da parte dell’Ufficio della situazione dell’azienda sottoposta all’accertamento - Mancanza - Presenza di altri elementi, anche se indiziari a conforto dell’accertamento analitico-induttivo - Necessità - Fondamento - Conseguenze - Illegittimità

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Diminuita capacità lavorativa a causa dell’età - Obsolescenza dei macchinari e dei beni strumentali - Cause per giustificare la non congruità in base ai parametri - Sussistenza

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: ILLEGITTIMA LA DETERMINAZIONE DA PARTE DELL’UFFICIO DEL MAGGIORE REDDITO SENZA L’APPLICAZIONE DEL “FATTORE DI ADEGUAMENTO”

CTP di Rovigo - Sez. I - Sentenza n. 72 del 01/10/2005
Presidente: Cavaliere F., Relatore: Puxeddu S.
(in “Finanza & Fisco” n. 10/2006, pag. 770)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei  compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM 29/01/1996 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della L 23/08/1988, n. 400 - Non sussistenza - Il DPCM esprime un’attività meramente tecnica ed è fuori dal modulo regolamentare

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei  compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Risultanze dell’applicazione dei parametri e degli studi di settore - Risultato (maggiore reddito stimato) - Natura - Provacontro la quale il contribuente può produrre argomentazioni e prove contrarie per giustificare il reddito dichiarato - Valore - Presunzione legale relativa - Riflessi ai fini della motivazione dell’accertamento - Il contribuente dev’essere informato su tutti i passaggi logico-giuridici su cui si fonda la prova quali, le voci e gli elementi posti a base della rettifica parametrica dei ricavi e del volume d’affari

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei  compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Maggiore compenso stimato nei parametri in sede di accertamento - Rilevanza del fattore di adeguamento - Sussistenza - Mancata applicazione - Conseguenze - Riduzione del quantum accertato

 

ACCERTAMENTO IN BASE AI PARAMETRI: LEGITTIMO SE L’UFFICIO TIENE CONTO DELLE CONDIZIONI IN CUI IL CONTRIBUENTE OPERA

CT di Primo Grado di Bolzano - Sez. II - Sentenza n. 44 del 23/11/2005
Presidente: Zanon H., Relatore: Zani G.
(in “Finanza & Fisco” n. 8/2006, pag. 636)

ACCERTAMENTO - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Legittimo se l’Ufficio tiene conto delle condizioni in cui il contribuente opera

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: IL CONTEMPORANEO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ PROFESSIONALE, DI LAVORO DIPENDENTE E DI STUDENTE UNIVERSITARIO CONSENTONO LA RIDUZIONE DELLA PRETESA TRIBUTARIA

CTP di Savona - Sez. III - Sentenza n. 240 del 12/12/2005
Presidente: Piazza G., Relatore: Caputo B.
(in “Finanza & Fisco” n. 13/2006, pag. 973)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM 29/01/1996 e del DPCM 27/03/1997 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della L 23/08/1988, n. 400 - Non sussistenza

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Risultanze dell’applicazione dei parametri - Risultato (maggiore reddito stimato) - Presunzione contro la quale il contribuente può produrre argomentazioni e prove contrarie per giustificare il reddito dichiarato - Prova da parte del contribuente del contemporaneo svolgimento di attività professionale, di attività di lavoro dipendente e di studente universitario presso facoltà di ingegneria informatica - Conseguenze - Riduzione del quantum accertato

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: IL CONTEMPORANEO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ PROFESSIONALE E DI IMPRESA RIDUCE LA SOGLIA PER LA CONGRUITÀ

CTR del Lazio - Sez. XXXVI - Sentenza n. 130 del 24/01/2006
Presidente: Pugliese L., Relatore: Paparelli G.
(in “Finanza & Fisco” n. 33/2006, pag. 2860)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Risultanze dell’applicazione dei parametri - Risultato (maggiore reddito stimato) - Presunzione contro la quale il contribuente può produrre argomentazioni e prove contrarie per giustificare il reddito dichiarato - Prova da parte del contribuente del contemporaneo svolgimento di attività professionale (ingegnere) e di impresa (assicuratore) - Conseguenze - Riduzione della soglia di congruità - Caso di specie - Conseguente annullamento dell’accertamento

ACCERTAMENTO FONDATO SUI PARAMETRI: INEFFICACE LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE SE SI LIMITA ALLA CRITICA DEL METODO E NON ALLA RIFERIBILITÀ ALL’ATTIVITÀ IN CONCRETO SVOLTA

CTP di Pistoia - Sez. V - Sentenza n. 85 del 01/02/2006
Presidente: Festa G., Relatore: Magnarelli A.
(in “Finanza & Fisco” n. 33/2006, pag. 2862)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - Emanazione del DPCM
29/01/1996 e del DPCM 27/03/1997 di approvazione dei parametri - Violazione dell’art. 17, comma 4, della L 23/08/1988, n. 400 - Non sussistenza

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - Accertamento in base ai parametri - Legittimità

 

ACCERTAMENTO IN BASE AI PARAMETRI A SOCIETÀ IN CONTABILITÀ ORDINARIA: AMMISSIBILE SOLO SE LA CONTABILITÀ È DICHIARATA “INATTENDIBILE” EX ART. 1, D.P.R. N. 570/96

CTR della Puglia - Sez. XV - Sentenza n. 8 del 16/02/2006
Presidente: Ingusci A., Relatore: Gurrado M.
(in “Finanza & Fisco” n. 13/2006, pag. 976)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM
29/01/1996 - DPCM 27/03/1997 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600 - DPR 16/09/1996, n. 570 - Imprese in contabilità ordinaria - Applicazione deli parametri ex art. 3, comma 181, lett. b), L n. 549/95  solo quando viene constatata l’inattendibilità della contabilità sulla base dei criteri stabiliti dal DPR n. 570/96 - Prova dell’inattendibilità della contabilità - Necessità - Mancanza - Conseguenze - Annullamento dell’avviso di accertamento

 

ACCERTAMENTO DA PARAMETRI: LO SVOLGIMENTO DISCONTINUO DELL’ATTIVITÀ E LA POSIZIONE DI PENSIONATO GIUSTIFICANO IL MANCATO ADEGUAMENTO

CTR del Lazio - Sez. I - Sentenza n. 77 del 19/04/2006
Presidente: Varrone C., Relatore: Lunerti F.
(in “Finanza & Fisco” n. 22/2006, pag. 1797)

ACCERTAMENTO - IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Parametri per la determinazione presuntiva dei ricavi, dei compensi e del volume d’affari - Risultanze dell’applicazione dei parametri - Risultato (maggiore reddito stimato) - Natura - Presunzione grave, precisa e concordante - Presunzione iuris tantum - Presunzione contro la quale il contribuente può produrre argomentazioni e prove contrarie per giustificare il reddito dichiarato - Prova da parte del contribuente dello svolgimento discontinuo dell’attività e della condizione di pensionato ENPALS - Conseguenze - Annullamento dell’avviso di accertamento - Art. 3, commi da 181 a 189, L 28/12/1995, n. 549 - DPCM 29/01/1996 - Art. 39, comma 1, lett. d), del DPR 29/09/1973, n. 600

Home page - Legislazione - Prassi - Giurisprudenza - Commenti - Software - Link utili

Sito collegato a www.finanzaefisco.it
Partita IVA 01845571007